LA DIETA DEL GRUPPO SANGUIGNO - VERITA' O BUGIA? - studioacacia.it

Ecco un'altra domanda di rito :
<< dottore ho tanto sentito parlare della dieta del gruppo sanguigno, è tutto vero? Per questo non dimagrisco? >>.
Una volta per tutte la risposta è…..non dimagrite perché siete soliti mangiare cibi poco sani in maniera disorganizzata,
senza equilibrio e metodo.


Ma se volete saperne di più sulla dieta e i gruppi sanguigni continuate a leggere…….


La dieta del gruppo sanguigno è una teoria elaborata dal naturopata americano Peter d’Adamo, che considera fondamentale il gruppo sanguigno per conoscere in maniera più approfondita le nostre caratteristiche psicofisiche e  raggiungere una salute ottimale.
Il gruppo sanguigno sarebbe quindi un marchio di fabbrica che ci caratterizza, che ci dice cosa possiamo o non possiamo mangiare.

I gruppi sanguigni sono nati in diversi momenti storici :

GRUPPO 0 – il cacciatore raccoglitore – l’uomo primitivo.
E’ il gruppo più antico, comparso quando gli uomini erano cacciatori. Il tipo 0 ha un forte sistema immunitario e apparato digerente, ma non si è ben adattato ai cambiamenti imposti dal progresso. Per quanto riguarda l’alimentazione, le persone di gruppo 0 dovrebbero adottare una dieta iperproteica, eliminando del tutto cereali e legumi che non tollerano molto bene.

GRUPPO A – l’agricoltore
Dall’introduzione dell’agricoltura e quindi dei cereali nasce un nuovo gruppo sanguigno, il tipo A, che essendo figlio di contadini, dovrebbe seguire una dieta vegetariana, basata su frutta e verdura. Ha un metabolismo diverso quello del tipo 0, con digestione difficile e sistema immunitario debole. Dovrebbe dunque evitare carne, cereali, latticini e dolciumi vari, consumando invece molti legumi, noci, mandorle, nocciole, semi oleosi e soprattutto frutta fresca e verdura.

GRUPPO B – IL PASTORE
Nasce nelle zone scandinave, grazie all’introduzione nella dieta del latte, pertanto digerisce bene i latticini, solitamente i cereali e anche la carne. Onnivoro direi.

GRUPPO AB
Si tratta del gruppo sanguigno più giovane e quindi più raro, onnivoro per eccellenza.

Sinceramente questa classificazione presenta punti interrogativi, tuttavia molte persone hanno trovato benefici importanti seguendo le diete consigliate dal dottor D’Adamo, per cui il mio consiglio è sempre lo stesso : siamo cacciatori raccoglitori, mangiamo cibi freschi e vivremo 100 anni in salute, forti e felici.

Segui il nostro canale Video





Regole nutrizionali

Sei tutto ciò che mangi